Tale aspetto, infatti, specialmente quando si deve constatare di avere sbagliato, porta con sé tutta la negatività che, appunto consegue ad errate decisioni o valutazioni, la quale, tuttavia, ben potrebbe essere lenita, o meglio edulcorata, proprio dalla piena consapevolezza di aver "fatto", a tempo debito, tutto il necessario per operare idonee verifiche e attività di approfondimento, nel limite delle proprie disponibilità e, con ciò, permettersi di accettare in maniera “più piena” quanto è occorso.

Qualcuno ha detto che ogni persona è un "universo" e, come tale insieme, non conoscibile nella sua interezza. 

Tale concetto, seppur astrattamente verosimile, ben può essere controvertito dall'adeguata "messa a punto" delle regole di ingaggio attraverso cui, mediante un’indagine investigativa ben strutturata, si può esattamente individuare “quali” e quanti siano gli eventuali aspetti, elementi, situazioni e relazioni interpersonali (nonché la relativa collocazione temporale un determinato ambiente) che, con il cliente, si intende opportuno partitamente privilegiare.

Ed è proprio grazie all’apporto professionale delle singole prospettive di indagine, o del singolo prodotto di inquiries, “attivabile” verso tali quesiti, che molti ambiti problematici possono, oltre che essere meglio enucleati, evidenziando tutti gli aspetti che, a prima vista, il cliente potrebbe non aver previsto o considerato e, che, ove rappresentati nella loro esatta dinamica, o integrale potenzialità, vengono ritenuti, appunto dallo stesso richiedente (così come da chi prende parte all'interlocuzione), essenziali e caratterizzanti della corretta, e ben indirizzata, volontà di maggior introspezione.

Sulla base di tali presupposti, infatti, "la vocazione" dell’inchiesta, è esattamente quella di "tutto osservare per meglio comprendere, anche nel più minuto particolare”. 

È la ricerca di una "dimensione" più alta, che si faccia carico di usare, con grande sapienza, un obbiettivo grandangolare che sia in grado di dare una visione di massima di “interi scorci del nostro mondo”, avendo, tuttavia, la capacità di poter “zoomare” in direzione del singolo elemento di interesse, sino a percepirne la varietà di ogni minuscolo dettaglio. 

Immaginatevi una sessione di Google Earth, nella quale però si disponga di un “satellite telescopico” che, partendo dall’unità del globo, porti l’inquadratura sino ad arrivare al più piccolo dettaglio del singolo oggetto dell’inchiesta, verso il quale, poi entri in funzione un particolare “microscopio” in grado di documentare ogni singola unità biologica e cellula, tra cui anche la più infinitesimale. 

Tale satellite, inoltre, sarà in grado di trasmettere a “base terra”, minuto per minuto, rilievi, fotografie, analisi, o repertazioni di atmosfere e materiali raccolti, così come di forme di vita e segnali visivi e sonori, unitamente alla registrazione di ogni genere e natura di conversazione.

Tutto questo materiale dovrà, poi, confluire in un “laboratorio virtuale”, che sia in grado di completare tutte le evidenze oggetto di ritrovamento, tra cui anche di quelle già a disposizione, e “mettere in connessione”, per le parti mancanti, ogni reperto raccolto. 

Ciò consentirà di produrre un sofisticatissimo "multimedia" informativo che, tramite una vastissima serie di sequenze di immagini, dialoghi ed elaborati documentali, sia in grado di diventare uno strumento di comprensione, chiaro, completo e particolareggiato della realtà.

Questo è il sogno.

La nostra realtà aziendale, tuttavia, (e più concretamente) coglie, da queste tematiche, una serie di ambiti di maggior necessità di approfondimento e dialogo, o di evoluzione di prospettiva ed eccellente opportunità di crescita di introspezione che, per ora si è limitata ai soli settori produttivi ed economici quali "propri" dell'espressione e dell'opera di ogni realtà aziendale.

E dal momento che ogni azienda di successo, altro non è che l’armonica sommatoria delle diverse componenti umane, intellettuali, professionali e produttive che la animano, e che sono in grado di rapportarsi verso il mondo delle interlocuzioni che la caratterizzano, al fine di dare corpo, forma e continuità alle linee dei propri prodotti o servizi ideati, in questa sezione, abbiamo pensato ad un novero di servizi “tailor-made” che per logica di approfondimento e criterio di perfezionamento, possano esattamente "aderire” all’esigenza del cliente, avendone, prima di tutto, progettualmente tipizzato i differenti focus di interesse, i quali, per visione d’insieme ed unico punto di riferimento, ne possano condensare, in senso ampio, la “volontà” di conoscere, comprende e decidere.

A corollario di tali ambiti di intervento, abbiamo, inoltre, ideato una short-list di servizi frutto della tipizzazione delle più frequenti esigenze e criticità riscontrate nei vari settori produttivi, commerciali, professionali o economici in genere che, tuttavia, esporremo più oltre in un'apposita sezione dedicata a specifiche richieste di preventivo che, così come atteso, verranno partitamente convogliate nell'apposita (e riservata a tal scopo) sezione dei "Black Book".

Tutte le prospettive di investigazione e indagine qui segnatamente trattate, ovvero le diverse attività che necessitano dell'esatta definizione di un "oggetto” di mandato investigativo che anche giuridicamente ne caratterizzerà lo scopo ed il perimentro di intervento, si snodano, dunque, per iniziare, perfezionare, o completare, un determinato e, spesso, articolato iter logico. 

È infatti necessario, per ogni "saggia" decisione, conoscere il più possibile dell’ambito problematico che dobbiamo dirimere, nonché, nel limite delle possibilità, approfondirne tutti gli aspetti che se ne dimostrino esserne pertinenti, anche se ritenuti i meno ostensibili e prevedibili.

Richiamando l'iter logico proposto, pertanto, crediamo fermamente che "conoscere, comprendere, avere conferme e decidere" sia, sommariamente, il circuito di ogni scelta personale, aziendale, o, in senso ampio, "umana".

L’approccio sopra esemplificativamente tracciato, in ogni caso, non comprende gli ambiti investigativi legati a vicende personalissime o relazionali che, appunto, non avendo una rilevanza propria aziendale, sono direttamente connessi alla sfera emotiva e familiare. 

Le richieste in tal ambito, quindi, ove necessario, potranno essere unicamente considerate per la sola ideazione dell’approccio operativo di cui tenere conto, oppure, ove segnatamente richiesto, o in virtù dell'intervenuta dialettica di precedenti incarichi, potranno eventualmente essere accolte e gestite, per tramite dell'offerta professionale di nostri storici partner (investigativi, legali etc.).