Caratteristica comune di tutti i book (così abbiamo denominato i report prodotti in questo ambito) è la provenienza, appartenenza ed esistenza delle notizie riportate all'interno di banche dati che attestano qualità, contenuto ed ufficialità delle singole risultanze, e ciò sapendo di poter contare su un supporto cartaceo ed informatico.

Il tutto, in ossequio al nostro principio e réclame aziendale “Bytes & Papers”, che consente al destinatario del singolo book di poter contare su dati inoppugnabili ed ufficiali, che ben possono essere messi a disposizione dell’interlocutore destinatario.

Sulla stessa scia, trovano collocazione tutte le evidenze documentali, processuali, amministrative, istituzionali che, a qualsivoglia titolo, promanino da un interlocutore ad evidenza pubblicistica e/o governativa. 

Il nome che abbiamo attribuito a quanto elaborato da questa funzione di Report, è proprio quello di “libro” e, su tale radice semantica, si piantano due lemmi direttamente connessi e che ruotano intorno, da una parte, alla necessità intrinseca di aggiornamento della pubblicazione e, dall’altra, a quello di biblioteca.

Tuttavia, con una duplice precisazione:

Il libro prodotto da questa funzione potrà essere, ove richiesto, “in perpetuo aggiornamento”, così integrando un'edizione "stampa" pressoché quotidiana, mensile o annuale, che sia in grado di ospitare tutte le novità che siano state, nel frattempo, rese disponibili e pubblicate.

"La biblioteca", per converso, avrà la caratteristica di essere, similmente all’opera di Jorge Luis Borges, una “Biblioteca di Babele”, puramente virtuale e infinita, bensì priva di una propria esistenza quale unicum, in quanto ogni singolo elaborato, per legge, deve avere una tiratura di un solo esemplare, che deve, al termine dell'incarico richiesto, essere consegnato al cliente.

Pertanto, una seconda copia mai potrà essere custodita in un unico spazio, neppure virtuale, essendo l’originale nelle mani del richiedente, mentre il materiale che ne ha consentito la compilazione viene distrutto.

Un’ulteriore caratteristica similare al mondo bibliografico è data dalla differenza esistente fra l’edizione di un’opera in un unico contesto, o la sua pubblicazione in dispense.

Infatti, mentre il book volta a volta confezionato da Report, menziona all’interno dell’articolato tutti i dati desunti dalla documentazione ufficiale, citandone minuziosamente la fonte, la disponibilità di ogni singolo originale documento richiede il rilascio di un'apposito mandato investigativo avente il medesimo focus.

Tale doppio regime di pubblicazione, inoltre, impone un diverso trattamento economico, in quanto i documenti componenti le singole dispense, ove richiesti singolarmente ed eventualmente in forma ufficiale, devono essere maggiorati di eventuali costi relativi ai diritti di copia e di bollo, così come richiesto dalla legislazione vigente in materia, nella territorialità e nello stato di competenza.

Nelle occasioni ufficiali, qualunque corpo militare indossa la divisa d’onore, completa di alamari e galloni.

Sotto quella divisa, certamente vi è la sostanza della vocazione del corpo rappresentato, della secolarità della tradizione e della serietà del motto che, normalmente, caratterizza l’appartenenza all’Arma.

Il dossier, rigorosamente confezionato, dovrà avere questa autorevolezza, questa austerità formale: essere un elaborato di "Bytes and Papers" “in alta uniforme”.